Puglia: riapre ferrovia Putignano-Rutigliano, iniziano lavori su Francavilla Fontana–Lecce

Scritto il 11/06/2024
da Carlotta Nicoletti

Gli interventi, messi in campo da Ferrovie del Sud Est, stanno permettendo di potenziare l’intera linea 1 Bari-Taranto

“Da ieri, lunedì 10 giugno, è stata riaperta la tratta ferroviaria Putignano-Rutigliano di Ferrovie del Sud Est, restituendo così all’utenza locale, e non, la possibilità di usufruire del trasporto ferroviario dopo un lungo periodo di chiusura della linea – ha detto l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia.

Gli interventi, messi in campo da Ferrovie del Sud Est, stanno permettendo di potenziare l’intera linea 1 Bari-Taranto, garantendo gli adeguati standard di sicurezza e di servizio previsti dalle vigenti normative in materia di trasporto ferroviario.”

Nello specifico, nel corso degli ultimi anni sulla linea ferroviaria regionale 1 Bari-Taranto sono stati eseguiti e portati a termine una serie di lavori finalizzati alla elettrificazione della linea, finanziati con risorse PO FESR Puglia 2007/2013 per 70 milioni di euro, al rinnovo dell’armamento (binari), finanziati con risorse PNRR e Ministeriali per complessivi 120 milioni di euro, all’installazione dei nuovi sistemi di sicurezza (SCMT-Sistema di Controllo Marcia Treno), di segnalamento e adeguamento delle tecnologie dei passaggi a livello finanziati con risorse PO FESR Puglia 2014/2020 e risorse ministeriali per 90 milioni di euro.
Da lunedì quindi FSE garantisce la circolazione di 18 treni al giorno tra Putignano e Rutigliano, con fermate intermedie a Castellana Grotte e Conversano. Dalla stazione di Conversano si muovono i bus sostitutivi da e per Bari, in coincidenza con gli arrivi e le partenze dei treni. Si aggiungono inoltre 28 collegamenti al giorno effettuati con bus tra Putignano e Bari con fermate intermedie a Bari Sud Est, Triggiano, Capurso, Noicattaro, Rutigliano, Conversano e Castellana Grotte.
La riapertura dell’intera linea con l’attivazione della tratta finale Rutigliano-Bari Centrale è prevista entro il prossimo anno.

Sono invece iniziati proprio lunedì 10 giugno i lavori di potenziamento infrastrutturale sulla linea di Ferrovie del Sud Est Martina Franca-Lecce, tra Francavilla Fontana e il capoluogo salentino. Anche qui si tratta dei lavori di elettrificazione, implementazione del Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) e rinnovo del binario.
Quindi da lunedì sulla tratta Martina Franca-Francavilla Fontana circolano 18 treni al giorno, con fermate intermedie a Cisternino e Ceglie Messapica, e il collegamento Francavilla Fontana–Lecce è garantito da bus sostitutivi che partono dai piazzali di stazione, ad eccezione di San Pancrazio Salentino (Piazza Umberto I), Guagnano (via provinciale), Campi Salentina (viale Nino di Palma, 10), Novoli (via Lucania/villetta) e Lecce (via Don Bosco angolo viale Oronzo Quarta).

“Invitiamo l’utenza di questa tratta ad avere pazienza circa i disagi che si presenteranno e a consultare i canali di Trenitalia e FSE per un costante aggiornamento sugli orari – ha detto l’assessore regionale -. I lavori di ammodernamento e potenziamento dell’infrastruttura sono fondamentali per rendere più sicuri, affidabili e veloci i collegamenti ferroviari in Salento e sull’intera rete di FSE.”