Alzheimer Liguria e Ordine di Malta insieme al servizio dei malati e dei loro famigliari

Scritto il 23/05/2024
da Redazione

Concluso il bando sulle demenze indetto da Regione Liguria, assistenza domiciliare per 900 ore

Due associazioni che collaborano per partecipare insieme a un bando regionale, non è una cosa banale. Due entità genovesi che mettono il benessere del malato prima di ogni protagonismo.

E’  quello che è successo quando Alzheimer Liguria e la delegazione Ligure dell’Ordine di Malta hanno  partecipato al bando indetto dalla Regione Liguria per l’Alzheimer e le demenze.

Per partecipare l’Ordine di Malta e Alzheimer Liguria hanno unito le proprie competenze per fornire la folta documentazione prevista dal bando. Da aprile 2023 l’Ordine di Malta ha organizzato 3 cicli di Stimolazione cognitiva per gruppi di malati all’inizio della malattia e due cicli di mantenimento per chi aveva già partecipato alle prime attività. Sono stati ospiti dei locali dell’associazione Alzheimer Liguria in Via Cesarea.

L’associazione Alzheimer Liguria ha fornito assistenza domiciliare per 900 ore a  pazienti che erano più avanti nella malattia, offrendo sollievo ai caregiver e preziosa assistenza ai pazienti.

Grazie a un intesa costruita negli anni tra l’ex presidente di Alzheimer Liguria Giampaolo Cassinari e il vice delegato dell’Ordine di Malta Laure de Tonquedec,  ha permesso di collaborare efficacemente per fornire un’assistenza di qualità ai pazienti. Questa collaborazione adesso continua grazie al nuovo presidente dell’Associazione Alzheimer Liguria Alessandro Brenna.

Adesso che il Bando regionale si è concluso e non ci sono più i finanziamenti pubblici per queste attività che hanno portato un grande sollievo ai malati e alle loro famiglie. Ciononostante le due associazioni hanno deciso di continuare a collaborare per offrire lo stesso servizio, convinti che non si possono lasciare i malati a loro stessi. Un ciclo di Stimolazione Cognitiva è iniziato il 20 maggio, proposto dall'Ordine di Malta nei locali dell'associazione Alzheimer Liguria, e la stessa continuerà nell’assistenza domiciliare alle famiglie  che hanno bisogno di aiuto per affrontare la malattia dei congiunti “con la forza di non essere soli”.