Imperia: ineleggibilità sindaco, mercoledì udienza in Appello

Scritto il 08/07/2024
da Redazione

In primo grado era stato bocciato il ricorso della minoranza contro Claudio Scajola

"Il giudice della corte di appello ha disposto una trattazione scritta, uno scambio di memorie. Noi ci adeguiamo alle disposizioni e prevedo che la sentenza potrà uscire tra settembre e ottobre". Lo ha detto l'avvocato Paolo Piciocchi, che così anticipa il contenuto dell'udienza di mercoledì 10 luglio, in Corte di Appello a Genova, nel secondo grado di giudizio al processo sulla presunta ineleggibilità al secondo mandato del sindaco di Imperia Claudio Scajola, dopo il ricorso della minoranza che nel primo Consiglio aveva denunciato l'incompatibilità del ruolo di sindaco con quello di commissario ad acta dell'Ato idrico provinciale.

In primo grado il tribunale collegiale civile di Imperia aveva rigettato l'istanza presentata dai consiglieri di minoranza Luciano Zarbano (Imperia Senza Padroni), Ivan Bracco (Imperia Rinasce) e Lucio Sardi (Alleanza Verdi Sinistra).

Già durante la recente discussione il procuratore di Imperia Alberto Lari aveva chiesto il non accoglimento del ricorso, ma nel contempo aveva proposto la trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale per il fatto che la nomina di Scajola a commissario ad acta lo avrebbe favorito nella campagna elettorale della scorsa primavera, violando così l'articolo 3 della Costituzione.

Il secondo grado di giudizio si baserà su un semplice scambio di trattazioni scritte, sulla base delle quali il giudice emetterà il verdetto.